IL SONNO DELLA RAGIONE GENERA MOSTRI

Roma -

Continuano le strumentali dicerie  di quelle sigle che per "difficoltà di rappresentatività" vogliono coinvolgere i lavoratori in false problematiche distogliendo l'attenzione da quelle reali, quali:

un rinnovo contrattuale che consenta un recupero salariale decente;

l’inserimento dell’art. 18 in busta paga;

un nuovo ordinamento professionale che riconosca ai lavoratori la professionalità specifica;

l’estensione delle prestazioni convenzionate con la polizza sanitaria CASPIE;

l’eliminazione della decurtazione dell’indennità in caso di malattia sotto i 15 giorni;

l’aumento adeguato dei buoni pasto;

 

    la soluzione definitiva (e non solo nelle chiacchiere di qualcuno) del personale attualmente in comando e l’abolizione di detto istituto. Sostanzialmente la nota del Vicesegretario Generale (che alleghiamo all'e-mail), recepisce il protocollo d’intesa sottoscritto da tutte le organizzazioni sindacali e, in parte (in attesa dell’emanazione regolamenti attuativi), chiarisce  la collocazione dell’Agenzia nel comparto.

Le solite sigle, preoccupate di perdere la loro “nicchia di potere” nell’ambito dell’Amministrazione generano apprensione e confusione tra i colleghi. 

Tanto rumore sull’inserimento dell’Agenzia nel Comparto, invece il silenzio assoluto sull’atto del governo (DPCM) sottoposto a parere parlamentare nel quale all’art. 3 comma 2, è incrementato l’organico della Presidenza per l’immissione del personale del Min. dei Beni Culturali.   E’ ancora  il silenzio assoluto sull’ inquadramento in PCM del Turismo e del CIPE.

A tale  proposito, la RdB (unica o.s.), ha proposto la modifica della norma relativa al trasferimento delle risorse economiche aggiuntive per evitare che l’operazione porti all’ eventuale riduzione del Fondo Unico del personale della PCM.  

Riteniamo che siano questi i veri argomenti motivo di preoccupazione, in una amministrazione colpevole di occuparsi solo degli equilibri politici piuttosto che dell’organizzazione e delle condizioni dei dipendenti della PCM.

2 maggio 2007     

RdB/CUB P.I. Coordinamento Presidenza del Consiglio dei Ministri

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni