"Vario son da me stesso..." - Dip. Protezione Civile

Roma -

Nel lungo elenco delle persone che hanno sottoscritto il ricorso contro il provvedimento di inquadramento dei comandati, compaiono quelli di alcuni dirigenti sindacali, nonché membri della RSU del DPC, che apposero la loro firma sul protocollo di intesa il 5 agosto 2005. Un protocollo d’intesa firmato senza alcun passaggio democratico di discussione né all’interno della RSU né tanto meno con il coinvolgimento di tutti i lavoratori.

Fatto salvo il diritto inalienabile di ogni individuo di ricorrere nelle sedi opportune contro provvedimenti ritenuti ingiusti o lesivi, resta il fatto che alcuni delegati sindacali che avevano accettato e sottoscritto un documento, a distanza di quasi un anno, lo rigettino apponendo la loro firma sopra un ricorso al TAR.

Ci piacerebbe che questi colleghi avessero la determinazione di portare fino in fondo il loro gesto, dal momento che quella firma su quel ricorso è la palese negazione della linea politico-sindacale delle sigle che rappresentano.

Considerato che il provvedimento in questione e la carenza di una  politica del personale fin qui espressa hanno creato non pochi problemi nell’ambito del DPC, è divenuto ormai impellente che il Capo Dipartimento convochi una riunione con le organizzazioni sindacali, per affrontare le problematiche che riguardano TUTTO il personale in servizio al dipartimento.

Roma, 26 giugno 2006

 

RdB/CUB Pubblico Impiego

Coordinamento Dipartimento Protezione Civile

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni